LIEDERSZENE SÜDTIROL 25.JUBILÄUM – Waltherhaus Bozen Bolzano MA_DOVE_SONO_ANDATE (le_ragazze_pazze)

Una bellissima serata, non solo di ricordi, alcune versione Live e anticipazioni importanti tratte dall’ esibizione al  Teatro Waltherhaus di Bolzano.
Con me, si é ricomposta l’origine del nucleo Storico Pietro Bruscia (batteria) affiancato da Christoph Schneider (Violino) e Marco Perrone (basso).
E tra le canzoni eseguite, non poteva mancare la canzone MA DOVE SONO ANDATE (le ragazze pazze), che senza se e senza ma, ha cambiato letteralmente la mia Vita. E’ la classica frase ma di fatto è così e si ripresenta sempre nelle occasioni cruciali: NIENTE E’ UN CASO.
 Cliccando sulla foto puoi ascoltare una Versione LIVE/Vienna di “Ma dove sono andate”(Le ragazze pazze):
l´audio scorre su storyboard di immagini frammenti vecchi e nuovi che hanno caratterizzato in parte la mia musica negli anni con i relativi RINGRAZIAMENTI.

Il Video è pubblicato in occasione della Liederszene Südtirol 25. Jübiläum, è un omaggio sull’audio di “Ma dove sono andate versione LIVE in Vienna”.
Proposta per la prima volta nell’edizione STUDIO all’interno del CD Liederszene N.3 è stata poi prodotta nel Singolo in edizione speciale nel 1990 da Peter Ghirardini riarrangiato da Mike Frairja. La Canzone insieme al Tour della Liederszene Südtirol di Walter Eschgfäller e Willy Vontavon come detto ha “cambiato letteralmente la mia Vita “; un immenso grazie quindi anche a loro, Walter e Willy, che proprio quell’anno scelsero questa mia canzone e me come primo cantautore sudtirolese italiano da inserire nella rassegna. Rassegna che mi portò, oltre che a conoscere la persona “più pazza della mia vita”, a mettere un piede anche oltre confine ed ad avviare collaborazioni, tuttora presenti. Ma per arrivare a scrivere questa canzone, e proseguire anche per altre direzioni ci son voluti diversi tasselli, tutti a loro modo importanti, come quelli provocati da quest’evento, che a tutt’oggi fanno parte della mia vita. Non ci può stare tutto in una canzone con video flash in 5 minuti, ma era una piccola idea che volevo raccontare nella quale molti si possono ritrovare. Elencare tutte le persone che hanno collaborato anche solo di sfuggita a qualche mio progetto, anche entrando uscendo da una porta, è difficile.Tutto cominciò con Davide Marciano per poi proseguire con il Nucleo Storico Pietro Bruscia e Franco Giacomozzi (Jack). Nel corso del tempo hanno contribuito in tanti sia alla mia formazione che a questo percorso di avventure Musicali; chi attivamente chi moralmente, chi per un favore momentaneo, con qualche demo o idea; chi nel passato; chi ai giorni nostri, chi per sostenermi. Il “presentatore” Marco Pontoni della mia prima apparizione; la prima intervista via etere di Matilde Tomat di Rii e poi Massimo Marabese, Marco Masera, Monika Callegaro, Gemma Bertagnolli, Livia Bertagnolli, Laura Nervo, Antonio Fanolla, Alex Bosio, Renato Maccacaro, Massimo Di Cesare, Roberto Burato, Sarah Corsini, Irmgard Brunner, Marco Valenti, Sebastiano Capozzo, Giovanni Pellicanò, Armando Rossi, ANDREA BONANI, Marco Marchesini, Roberto Conti, Marco Marcomin, Marco Califano, Irene Moretti, Alessandro Tonetta, Alessandro Brunoni, Monica Delfante, Massimo Bosetti, Dino Righetti, Thomas Oberrauch, il Fratello Marco Gobbato, Alex Arnold, Guglielmo Truzzi, Franco Bertoldi, Sandro Forcato, Salvatore Rindone, Paolo Pagnini, Alessandra Cabassi, Renzo Francescotti, Walter Eschgfäller, Willy Vontavon, Paolo Petronella, Davide Dal Piaz, Marco Facchin, Gigi Sandrini, Marco Gardini, Thomas Grotto, Marco Timperio, Pierluigi Berton, Luca Splendore, Maurizio Schiavo, Fabio Tenca, Claudio Pisoni, Christiano Mazzi, Michele MICHI Valentini al quale devo molto per la mia ripartenza, Stefano Francescato, Diego Fabris, Stefano Saetti, Diego Tomba per una grande lezione di vita, Marco Zangirolami, Giancarlo Pavan, Attilio Rovai, Ivan Menegatti, Ivo Orrigo, Elena Feltracco, Christoph Schneider, Angelo Pierangelo Bertoli, Marco Dieci, Sergio Dalla Chiara, Chiara Mazzi, Luca Calò, Mauro Zenatto, SANDRO IMPERIALE, Ubaldo Bacchiega, THOMAS LANG, Monika Lang, il Grande Amico grafico Andrea Cagol, Mauro Simoni, Mario Meloni (fotografò il singolo “Ma dove sono andate” che appare a inizio/fine video), Vittorio Albani, Nives Simonetti, il Grande fotografo Giorgio Bagatta, Till Mola, Radio Tandem, Carlo Buoso per la sopportazione del volume elevato nella casa mia durante i miei lavori, Gigi Bortoli, Mike Frairia, Sabrina Nacca, Fabio Zamboni, Stefano Bonifacio, Lost Dog per le iniezioni e insegnamenti di Grande Musica, Caterina Pifano, Laura Varotto, Elena Feltracco, Pinuccia Di Gesaro, Salvatore Cocchiara, Vincenzo Vassallo, Katia Duregon, Rosanna Nannarone Rosi Nanni, Alberto Cagnin, l’artista che ho coprodotto Demìs Meloni, Stefano Sanvido il primo fotografo, l’Amica Mara Zenere, Rosa Pirozzi, Patrizia Zambai, il suo fratellino Maurizio Zambai uno dei primi giovani sostenitori, Michele Censi il mio miglior fisioterapista osteopata, e Josi Prast per le iniezioni energetiche spirituali, TommsonMOVIE, Thomas, Simon, i miei genitori Fortunato e Annamaria, che mi hanno anche messo al mondo (mica cosa da poco) e i miei fratelli Diego Raul Marciano e Valter Marciano.
E infine lei: la “Ragazza Pazza”: Renate Sigmund. (nel video con immagini dal sito .rocknet.bz ). E sicuramente altri; tutti voi! Questo progetto e’ fatto di frammenti e ricordi, che uniti all’importante evento della Liederszene Südtirol, che se vogliamo sintetizzare ha fatto proprio da spartiacque di due fasi musicali, vuole sottolineare un percorso, una parte di viaggio ed il mio personale modo per dirvi ancora: grazie!”.

Davide.

 

4 pensieri su “LIEDERSZENE SÜDTIROL 25.JUBILÄUM – Waltherhaus Bozen Bolzano MA_DOVE_SONO_ANDATE (le_ragazze_pazze)

  1. quanti brividi e quanti ricordi.
    molto di piu di quello che possono esprimere poche parole.
    l’orgoglio di essere stata vicino agli inizi
    l’ammirazione di ora
    so happy for you!
    love, mx

  2. Complimenti per questo nuovo singolo! Ho avuto l’occasione di sentirlo live al concerto della Liederszene e mi è subito piaciuto moltissimo. È notevole come “un ragazzo” in pochi minuti riesce a raccontare la situazione poco rosea nella quale oggi ci troviamo, ma alla fine ci fa comunque ben sperare per il futuro! Grande Davide.
    Complimenti anche per il video, molto ben realizzato da Tommson.
    Continua così, regalaci altri brani come questo! Ciao

  3. Grazie Davide per le bellissime emozioni che riesci a trasmettere con la tua voce che è a dir poco “speciale”. Ti ammiro da sempre e devo dire che come allora mi hai fatto emozionare, come un brivido che sale per la schiena e arriva dritto al cuore. Grande, continua così. Irene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *